Autunno

 

Dopo la calda estate
ecco le strade bagnate
delle giornate autunnali
quando le foglie hanno le ali

Marroni son le strade
e gialle le contrade
di colori morti il mondo si tinge
e il pittore li dipinge

Via l'estate e l'inverno
l'autunno Ŕ il passaggio eterno
tra la vita e a morte
Ŕ come Caronte nella sua corte. 

 

Torna alla pagina principale

Questa poesia l'ho scritta in IV ginnasio e ne avevo perso le tracce; era stata pubblicata sul giornale del mio liceo, del quale non possiedo tuttora nessuna copia (in fondo era il 1993!!). Devo ringraziare colui che con  pazienza ed amore ha ritrovato quel numero del giornale nel suo "archivio": Francesco Gesualdo, compagno di giochi, di classe, di banco, di universitÓ.... di vita.